LA MUSICA E' UN LAVORO

#LaMusicaÈUnLavoro


Ho preso una decisione nel rispetto della nostra categoria.

Quel RISPETTO che voglio/devo dare al mio/nostro lavoro.


Durante il primo lockdown, molti di NOI donarono molto.

Donare musica ed emozioni, divenne una forma di condivisione potentissima.

Chi “dai balconi”, chi con gli streaming... la musica tenne compagnia alla maggior parte di VOI.


Nonostante i mille giudizi (non contro di me ma in generale) espressi (a cazzo) riguardo “la musica sui social”, onestamente io cantai davvero con il cuore nella speranza di poter trasmettere un po’ di spensieratezza e di gioia.

No ego; no esibizione! Solo pure emozioni!


Mi sentivo impaurita, arrabbiata, triste... ma SEMPRE molto appassionata!

La musica m’ha “tenuto in vita”!


Oggi ci ritroviamo (come molte altre categorie) a far parte del “non essenziale” e, volendo dunque interpretare il “non essenziale” come “bene extra”, ho deciso di continuare a cantare (in live streaming) ma solo per chi lo sceglierà spontaneamente.


Sto progettando un Live Show in Streaming con ticket a pagamento.

Una cifra irrisoria ma che darà comunque valore alla nostra PROFESSIONE.

Uno show dedicato a chi sceglie di riconoscere questo lavoro come tale.


Durante il lockdown, non ho MAI MOLLATO!

Sin dal primo giorno, ho SEMPRE cantato (e non solo) OGNI GIORNO per 2 mesi ininterrottamente!


Lo farei anche adesso?