Verso i 30 e oltre


Ma ciao a tutti,

mi chiamo Irene Guglielmi detta "NeNe" e ho 33 anni.

(Se anche tu hai pensato "gli anni di Cristo", niente. Non succede niente. E' tutto apposto.)

Oggi mi andava di "Bloggare" questa mia vita da trentenne (+3).

Considerazioni e consapevolezze. Emozioni e sentimenti.

Più cresco, più mi entusiasmo.

Succede anche a voi o solo io sono completamente pazza?

E pensare che a circa 27 anni iniziò il mio calvario verso i 30.

Per me 27,28 e 29, sono stati anni nei quali la paura d'invecchiare mi ha "tormentata", facendomi restare aggrappata a quei "20", fino al giorno prima dei "30".

Per i miei 30 anni, invece di organizzare una festa di compleanno, decisi di creare un vero e proprio funerale con tanto di bara, dentro alla quale vi era disteso un cartellone con scritto "20 anni".

Non avevo ancora capito che quel "30" invece sarebbe stata la mia rinascita.

A mezzanotte la bara si chiuse, e come per magia, da quel giorno in poi, la mia vita è iniziata a cambiare lentamente.

A quel 30 devo molto... Devo praticamente tutto!

E' come se a trent'anni avessi messo a fuoco le varie fasi della vita.

Come la fase dei "perchè?", per i bambini che iniziano ad essere curiosi e vogliono dare un motivo logico a ciò che succede intorno a loro, a trent'anni c'è la fase del "ma dai! è davvero così che funziona?", e ti sia apre un mondo che avresti voluto scoprire prima, ma che in realtà è stato giusto scoprire solo in quel momento.

La fase in cui quei "Mai dire mai" detti dagli "adulti", si trasformano in "io te l'avevo detto", e tu capisci che i "pregiudizi" sono favole che la nostra mente ci racconta per far distogliere lo sguardo dalla realtà; la realtà che fa più male.

Dai trenta in poi, ho davvero preso coscienza di chi sono e di cosa sono capace di fare, ma soprattutto so cosa voglio e anche cosa NON voglio.

Prima dei 30, professavo di essere una Donna forte usando come deterrente la mia indipendenza da tutto e da tutti, e d'altro canto era comunque vero, ma nel profondo avevo tanto da risolvere.

Dai 30 in poi ho iniziato ad agire senza chiacchere, e in me ho scoperto una forza che neanche sapevo di avere.

Una forza positiva e che non deve dimostrare niente a nessuno!

La forza di una Donna che sta crescendo come avrebbe voluto.

I "Vorrei fare" dei 20 anni, sono diventati gli "sto Facendo" e "ho fatto" dei 30.

Progetti diventano realtà, e ciò che mi sorprende di più, è l'aver sempre continuato ad agire d'istinto senza mai bruciare le tappe.